Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Solo 17 italiani nella classifica dei 100 vini selezionati da Wine Enthusiast. Eccoli. E 13 sono toscani…

La Top 100 Cellar Selection 2013 by Wine Enthusiast
E' uscita la classifica dei 100 vini selezionati da Wine Enthusiast. Sono le bottiglie, in giro per il mondo, che meritano di riposare in cantina perché capaci di lunghi invecchiamenti. Lo segnala Winenews.it, il principale sito italiano che parla di vino.L'Italia è presente con 17 vini (un po' pochini in effetti). Per gli estensori della classifica praticamente esiste solo la Toscana (forse perché lì sono nati i Supertuscan che hanno saputo incontrare il gusto internazionale?): 13 dei 17 vini italiani infatti provengono dalla regione, accompagnati da uno sparutissimo drappello di piemontesi, due Baroli e un Barbaresco,e un Amarone della Valpolicella.
Nel complesso, scrive Winenews, gli States sono il Paese più premiato, con 34 vini, seguiti
dalla Francia con 29, e appunto dall’Italia con 17. Il punteggio medio dei 100
vini è 95,1, mentre 131,5 dollari è il prezzo medio allo scaffale.

Vorrà dire qualcosa che Wine Enthusiast è americano e, oltre ad essere un magazine molto accreditato, è una potente piattaforma di e-commerce?

Ecco il posizionamento dei vini italiani in classifica nella "Top 100 Cellar Selection"
(Posizione – Valutazione – Produttore – Vino)
3 – 100 – Giovanni Chiappini 2009 Guado de’ Gemoli Bolgheri Superiore
7 – 96 – Isole e Olena 2010 Chianti Classico
12 – 98 – Capanna 2007 Riserva Brunello di Montalcino
16 – 100 – Casanova di Neri 2007 Cerretalto Brunello di Montalcino
24 – 98 – Le Macchiole 2009 Paleo Toscana
29 – 98 – Valdicava 2007 Madonna del Piano Riserva Brunello di Montalcino
33 – 96 – Padelletti 2007 Riserva Brunello di Montalcino
38 – 94 – Dei 2010 Vino Nobile di Montepulciano
41 – 97 – Castello di Ama 2008 L’Apparita Toscana
45 – 96 – Paolo Scavino 2009 Cannubi Barolo
51 – 95 – Brancaia 2009 Il Blu Toscana Sangiovese
54 – 97 – Tenuta dell’Ornellaia 2009 Ornellaia Bolgheri Superiore
63 – 95 – Marchesi Antinori 2009 Tignanello Toscana
68 – 95 – Cantina Bartolo Mascarello 2009 Barolo
71 – 94 – Tenuta Argentiera 2009 Argentiera Bolgheri Superiore
74 – 94 – Produttori del Barbaresco 2008 Vigneti in Muncagota Riserva
Barbaresco
77 – 94 – Masi 2009 Costasera Amarone della Valpolicella Classico


\clip_image001.jpg” vspace=”2″ />E' uscita la classifica dei 100 vini selezionati da Wine Enthusiast. Sono le bottiglie, in giro per il mondo, che meritano di riposare in cantina perché capaci di lunghi invecchiamenti. Lo segnala Winenews.it, il principale sito italiano che parla di vino.L'Italia è presente con 17 vini (un po' pochini in effetti). Per gli estensori della classifica praticamente esiste solo la Toscana (forse perché lì sono nati i Supertuscan che hanno saputo incontrare il gusto internazionale?): 13 dei 17 vini italiani infatti provengono dalla regione, accompagnati da uno sparutissimo drappello di piemontesi, due Baroli e un Barbaresco,e un Amarone della Valpolicella.
Nel complesso, scrive Winenews, gli States sono il Paese più premiato, con 34 vini, seguiti dalla Francia con 29, e appunto dall’Italia con 17. Il punteggio medio dei 100 vini è 95,1, mentre 131,5 dollari è il prezzo medio allo scaffale.

Vorrà dire qualcosa che Wine Enthusiast è americano e, oltre ad essere un magazine molto accreditato, è una potente piattaforma di e-commerce?

Ecco il posizionamento dei vini italiani in classifica nella "Top 100 Cellar Selection"
(Posizione – Valutazione – Produttore – Vino)
3 – 100 – Giovanni Chiappini 2009 Guado de’ Gemoli Bolgheri Superiore
7 – 96 – Isole e Olena 2010 Chianti Classico
12 – 98 – Capanna 2007 Riserva Brunello di Montalcino
16 – 100 – Casanova di Neri 2007 Cerretalto Brunello di Montalcino
24 – 98 – Le Macchiole 2009 Paleo Toscana
29 – 98 – Valdicava 2007 Madonna del Piano Riserva Brunello di Montalcino
33 – 96 – Padelletti 2007 Riserva Brunello di Montalcino
38 – 94 – Dei 2010 Vino Nobile di Montepulciano
41 – 97 – Castello di Ama 2008 L’Apparita Toscana
45 – 96 – Paolo Scavino 2009 Cannubi Barolo
51 – 95 – Brancaia 2009 Il Blu Toscana Sangiovese
54 – 97 – Tenuta dell’Ornellaia 2009 Ornellaia Bolgheri Superiore
63 – 95 – Marchesi Antinori 2009 Tignanello Toscana
68 – 95 – Cantina Bartolo Mascarello 2009 Barolo
71 – 94 – Tenuta Argentiera 2009 Argentiera Bolgheri Superiore
74 – 94 – Produttori del Barbaresco 2008 Vigneti in Muncagota Riserva Barbaresco
77 – 94 – Masi 2009 Costasera Amarone della Valpolicella Classico



  • Maurizio P. |

    Gli americani al 1° posto? La rivista è per caso americana?
    I francesi al 2° posto? Per fortuna quest’anno è crollata la produzione del bordeaux, nel mondo si berrà meno vino tagliato e ricavato da uve impregnate di fango.
    Gli italiani al 3° posto? Per migliorare imparino dai francesi: non certo a produrre vino, ci rimetterebbero in qualità, imparino invece a venderli ed a vendersi come fanno loro che sanno far apparire il marcio per eccellenza e per qualità.
    Tra gli italiani spopolano i vini toscani?
    Ma gli anglosassoni oltre alla Toscana, agli spaghetti, al mandolino ed alla mafia in Sicilia, cosa conoscono dell’Italia?

  • carl |

    In qualsiasi pubblicazione, quotidiana e/o periodica, le caratteristiche della cosiddetta “linea editoriale” hanno un’indubbia e corposa influenza..
    Non è una delle leggi di Murphy..:o) ma potrebbe esserlo
    p.s.: Non conoscete Murphy (creato da Bloch)???
    E’ quello che afferma, tra molte altre cose, che
    “Chi non sa, insegna. E se non insegna, amministra..”

  • Umberto nordio |

    Non sorprende dato che la rivista è americana. Conferma solo l’ignoranza( nel senso che ignorano) cronica degli estensori.

  Post Precedente
Post Successivo