Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
05bb34ee-7edb-11e8-9901-6729de8f12eb_12145853-60775-k8af-u11101643785879p8f-1024x576lastampa-it

Ceduta Pastiglie Leone. Ma la proprietà resta in Italia

Gli indimenticabili confettini dai colori pastello. L’iconica confezione. Un brand storico di intramontabile fascino. Che oggi passa di mano. Ma per fortuna, a differenza di molti altri nomi tradizionali del made in Italy, non vola a una proprietà straniera.
Dopo 84 anni di gestione, la famiglia Monero ha ceduto il marchio di Pastiglie Leone. Non è stato reso però noto il nome dell’acquirente.
 Le Pastiglie erano nate nel 1857, quando Luigi Leone aprì una confetteria ad Alba ed avviò la produzione. Il laboratorio di Torino venne aperto er andare incontro alle forniture della Real Casa (anche Camillo Benso di Cavour ne era ghiotto).
Nel 1934, Pastiglie Leone fu acquisita da Giselda Balla Monero e da suo fratello Celso, che spostarono lo stabilimento produttivo in una nuova sede in stile liberty in corso Regina Margherita 242. Dodici anni fa l’ultimo trasferimento, a Collegno, dove operano attualmente  70 dipendenti. La produzione, a quanto si sa ora, dovrebbe rimanere lì.