Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

É ufficiale, nasce lo champagne inglese. Taittinger pianta vigne nel Kent

Lo champagne inglese è definitivamente sdoganato. La maison francese Taittinger (in società con alcuni partner, ma detenendo il 55%) ha acquistato 69 ettari in Kent. La tenuta si chiamerà alla francese, Domaine Evremond, e vi saranno piantati Chardonnay, Pinot Noir e Pinot Meunier, i vitigni dello champagne. L’obiettivo finale è di raggiungere una produzione di 300mila bottiglie l’anno. La maison parla di un investimento “plurimilionario” nei prossimi dieci anni.

Da anni ormai gli inglesi producono sparkling wine, ma è la prima volta che nasce un progetto con l’intervento di una importante casa vinicola francese, in grado di garantire tutto il know how necessario. Evidentemente i cambiamenti climatici hanno convinto persino i super tradizionalisti enologi francesi… Naturalmente nessuno parla ufficialmente di champagne: Pierre Emmanuel Taittinger illustrando l’iniziativa ha precisato che sarà qualcosa di “eccellente” da non paragonare però al re dei vini francesi. I primi vini del Domaine inglese saranno sul mercato tra otto anni.

Una curiosità sul nome scelto: deriva da Charles de Saint-Evremond, un poeta francese del Seicento a cui si accredita il successo dello champagne presso la corte di Carlo II. È sepolto nel Poets’ Corner a Westminster Abbey.

 

  • Fernanda Roggero |

    senz’altro ha ragione. grazie e un saluto

  • bianucci gianluca |

    Mi scusi, ma il titolo contiene un grossolano errore. Nessun vino prodotto altrove che non sia la regione dello Champagne può fregiarsi di tale nome, anche se prodotto con lo stesso metodo o metodologia. Credo che al di là del sensazionalismo dell’articolo se si deve fare informazione è il caso di farla bene. Non trova? Saluti

  Post Precedente
Post Successivo