Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Vuol fare un’insalata di patate e lancia la raccolta fondi su Kickstarter. Finora ha già in tasca 36mila $

Si possono raccogliere su Internet quasi 36mila dollari in sette giorni per preparare delle insalate di patate? Sì. Se lo chiedete – evidentemente in modo abbastanza accattivante – su Kickstarter, la piattaforma online per i finanziamenti dal basso. Zack Brown, che di mestiere dirige un’agenzia creativa digitale a Columbus, Ohio, si era limitato a chiedere al massimo 100 dollari: per 35 avrebbe fatto 4 insalate, raggiungendo 75 dollari avrebbe organizzato un Pizza party, con 100 dollari avrebbe preparato due diverse ricette di potato salad.

Aveva anche promesso una piccola porzione della fantomatioca insalata a chiunque avesse donato almeno 3 dollari (con un po’ più di un dollaro si otteneva comunque il diritto ad essere citati nel video che Brown avrebbe realizzato durante la preparazione della salad). A dargli fiducia, a questo momento, sono stati in 3.334.

Il successo è stato travolgente e non si sa come andrà a finire, visto che mancano ancora 25 giorni alla conclusione della campagna di fund raising. Per il momento Zack ha postato un video di ringraziamento sulla pagina di Kickstarter e affitterà una sala per un potato salad party aperto a tutti i donatori. Chi ha donato più di 20 dollari riceverà un vasetto di maionese e un haiku sul tema scritto da Brown.

In ogni caso (e non stupisce vista la professione di Brown) una geniale idea per promuovere la sua agenzia…

  • carl |

    A volte qualche indizio, prova indiziaria emerge, c’è sul probabile e crescente numero di sprovveduti utenti dell’hi-tech..:o)
    yo..yo..yo.. (altra prova indiziaria..:O)

  • carl |

    Vista l’attività che esercita, non si può direttamente definire il giovane Brown uno sprovveduto.. come invece è possibile fare per i donatori..
    Bisogna proprio essere…O no..:o)???
    Un fatto in più che dimostra come l’evoluzione, ed in particolare lo sviluppo dell’hi-tech, non garantiscono gran ché al riguardo.
    Perfino Le Monde ha citato l’evento, e anche quello del successo concernente l’app “yo”
    yo..yo…yo..:o)

  Post Precedente
Post Successivo