Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sempre più vicino il salmone Ogm – Primo via libera dalla FDA americana

Si chiama AquAdvantage salmon, è Ogm perchè incorpora un gene della crescita che opera all year round, come si suol dire, non solo durante la stagione calda ed è pronto ad essere sul mercato in 18 mesi anziché tre anni. Ha appena ottenuto un primo via libera dalla Food and Drug Administration americana. Ad essere precisi la FDA ha emesso per ora solo un "parere ambientale" in cui afferma che il salmone Ogm non avrebbe un "impatto significativo" sull'ambiente e che è "sicuro come il convenzionale salmone atlantico". Insomma una chiara presa di posizione che spiana la strada all'ok definitivo: ora ci sono 60 giorni entro i quali i cittadini possono esprimere la propria opinione sull'argomento.

Naturalmente ambientalisti e associazioni anti-Ogm si sono mossi per rallentare o fermare il processo di autorizzazione. Le uova del salmone "potenziato" vengono prodotte in Canada e poi spedite a Panama dove i pesci crescono in terraferma. La società che alleva i salmoni Ogm è americana, si chiama  AquaBounty ed è stata danneggiata dai tempi lunghi di approvazione (pare sia a corto di finanziamenti). In effetti il parere ambientale della FDA era già pronto all'inizio di maggio: alcuni – riporta il New York Times – pensano che il ritardo nella pubblicazione del documento fosse dovuto a un imbarazzo da parte dell'amministrazione Obama che temeva reazioni sfavorevoli dei consumatori prima delle elezioni di Novembre.

AquaBounty adesso ha ripreso fiducia, è incoraggiata e spera di poter portare sugli scaffali dei supermercati Usa il nuovo salmone entro la fine del 2013 anche se non sottovaluta l'azione dei gruppi di opinione contrari.

Voi lo mangereste il salmone Ogm? Io anche no. (la foto parla da sè)

Salmone ogm

 

  • andrea |

    vi auguro che il salmone vi risponda mentre ve lo troverete nel piatto..forse capirete che certe stronzate potevate evitare di dirle..fatevi una ricerca sul web riguardo alla monsanto, una delle principali multinazionali pro ogm del mondo.

  • clara |

    Fermiamo gli allarmismi per favore e leggiamo quanto scritto da R. Defez, ricercatore del CNR in http://sieditiescrividuelettere.wordpress.com/tag/roberto-defez

  • patrizia |

    Forse ho letto l’articolo con un pò di ritardo, ma ugualmente mi vengono i brividi a pensare a cosa costantemente ci propinano le multinazionali del cibo pur di far soldi. Spero solo che qualcuno di noi sia in grado, in qualche modo,di fermarli. che mondo lasciamo ai nostri figli? Una mamma.

  • Emmanuele |

    Ovvio che lo mangerei. Senza dubbio costerà meno, sarà perlomeno sano come gli altri salmoni da allevamento, sul gusto invece, chissà.

  Post Precedente
Post Successivo