Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
schermata-2021-09-09-alle-09-13-13

Dal poké alla pizza: DelEat, la app con otto cucine a portata di click

Qual è il difetto delle consegne di cibo a domicilio (ammesso che uno le ami)? Che spesso il tuo locale di riferimento ha solo una tipologia di proposte. E se vuoi allo stesso tempo un piatto vegano e un hamburger? Spesso devi avere due consegne diverse.
Ben venga dunque DelEat, il primo servizio di consegna a domicilio che unisce in una sola cucina 8 brand per altrettante tipologie alimentari: dalle pizze, tradizionali e vegane, fino all’american food, i dumpling, i poké e, ovviamente, le bevande.
La startup è opera di Matteo Hu e della socia Giulia Femio che, durante il lockdown, hanno aperto a Bologna il primo DelEat.
Un successo immediato. Da gennaio ad agosto 2021 il fatturato ha raggiunto i 400mila euro e ora Hu e Femio, assieme a Enrico Tosco – cofondatore di Reting, società che si occupa di creazione di catene franchising (tra cui quella di Pizza Hut) – stanno sviluppando un progetto che punta a espandersi in tutta Italia.
schermata-2021-09-09-alle-09-13-00Il modello di business è semplice e nasce dall’esperienza personale di Matteo Hu che, durante il lockdown, una sera cerca di ordinare la cena per la sua famiglia  usando uno dei tanti servizi di consegne a domicilio. “È stato illuminante – racconta – io, mia moglie e le mie due figlie, volevamo cose diverse: chi la pizza, chi il cinese, chi un hamburger… Il risultato è stato che le consegne, pur ordinate presso lo stesso servizio, sono arrivate in momenti diversi, così, alla fine ognuno di noi ha mangiato da solo!. Quella stessa sera, Matteo chiama Giulia, sua storica collaboratrice e le dice: “dobbiamo fare in modo che questo non succeda mai più: dobbiamo creare un servizio che riesca a soddisfare contemporaneamente anche le esigenze più svariate di una famiglia, o di un gruppo di amici che vogliono mangiare assieme”.
In pochi mesi organizzano una ghost kitchen a Bologna dove riescono a produrre menù per una quantità  pari a quella di 8 ristoranti impiegando stabilmente 11 addetti tra chef e riders. Passo successivo la creazione di una App, dalla quale si possono ordinare tutti i piatti proposti da DelEat.
“Consegnamo ovunque nel raggio di 4 km – racconta Giulia Femio -: non solo a domicilio, ma anche in parchi, scuole, strade e piazze”.
118727809_10221471811816305_2885583820204622108_n“Il nostro obiettivo – concludono i soci – è portare armonia su ogni tavola, integrando gusti e culture, a ogni ora del giorno e della notte. La startup che abbiamo lanciato a Bologna ci ha entusiasmato così tanto che, la prossima primavera, ne faremo l’up grade in una città del Centro, per dare a un numero sempre maggiore di persone la possibilità di mangiare ciò che vuole, dove vuole e quando vuole, usando una sola App”.